VALORIZZAZIONE ECONOMICA DEL PERSONALE IOR, CORVINO: “FIALS IN PRIMA LINEA, SODDISFATTI DELL’ACCORDO”

Trovato accordo per la valorizzazione economica del personale dell'Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna: il pensiero della Fials
Fials

L’Organizzazione Sindacale Fials ER, Federazione Italiana Autonomie Locali e Sanità, sta lavorando incessantemente per migliorare le condizioni lavorative dei dipendenti delle aziende ospedaliere della regione Emilia-Romagna. La sopracitata O. S. è riuscita ad ottenere un altro importante risultato per i lavoratori dell’Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna.

Fials al fianco dei lavoratori

Lo IOR ha reso noti i dettagli relativi all’accordo sulla progettualità 2024 relativa all’area comparto. Si legge quanto segue: “Prendendo atto dei dati a consuntivo anno 2022, quali allegati dell’accordo del 3.11.2023, le parti concordano per l’anno 2024 una prima valorizzazione delle seguenti tematiche progettuali coerenti con gli approfondimenti effettuati e in continuità con i criteri e le attività già attuate nell’anno 2022 e precedenti:

  • Supporto prolungamento attività di pronto soccorso (OSS)
  • Supporto prolungamento orario di sala operatoria (OSS)
  • Supporto attività preclinici 
  • Progetto ex Global 
  • Progetto “Salma” (periodo 2023-2024)

Valorizzazione economica del personale IOR, parla Corvino

Si legge ancora: “Si finalizzano complessivamente euro 50.000 nell’ambito delle risorse disponibili a consuntivo anno 2022 e si confermano i medesimi criteri applicativi per la prima e seconda tematica progettuale elencata”. Accordo che soddisfa pienamente la Fials, come evidenziato dal Segretario Aziendale Giovanni Corvino, il quale ha dichiarato alla nostra redazione quanto segue: “Ci impegniamo quotidianamente per migliorare le condizioni lavorative dei dipendenti dello IOR. Questa valorizzazione economica del personale, pertanto, è l’ennesima vittoria del nostro Sindacato. Questo accordo ci soddisfa ma non ci fermeremo qui, continuando il dialogo costruttivo con l’Azienda e apportando ulteriori migliorie alla sfera lavorativa dei dipendenti”.

Redazione Sanità Oggi  

Iscriviti alla newsletter