SEPE DIFFIDA LEPORE: “ATTEGGIAMENTO DISCRIMINATORIO AI DANNI DELLA CONFSAL”

E' scontro totale tra CONFSAL ed il Sindaco Lepore, Presidente CTSS Bologna
Confsal

Alfredo Sepe, Segretario Regionale CONFSAL Emilia-Romagna, ha diffidato il Sindaco Lepore, nonchè Presidente CTSS Bologna. Come si legge nella missiva inviata dal già citato Segretario: “Siamo venuti a conoscenza dell’ennesima convocazione della CTSS senza l’inclusione della nostra Confederazione. Un atteggiamento discriminatorio e lesivo delle pari opportunità e della parità di trattamento tra Confederazioni maggiormente rappresentative sul territorio regionale e nazionale. Valga il vero è palese il suo volersi trincerare dietro il Patto regionale per il lavoro e il clima e del Patto metropolitano per il lavoro e lo sviluppo sostenibile, sostenendo l’impossibilità di convocare la CONFSAL Emilia-Romagna in quanto non firmataria dei patti succitati, al netto della non considerazione delle nostre innumerevoli richieste di adesione e di firma”.

CONFSAL discriminata

Prosegue Sepe: “Le sue tesi non sono sostenute da nessun concetto empirico e realmente riscontrabile, se non in una sua volontà politica volta a confrontarsi esclusivamente con le Confederazioni allineate alle politiche ed alle idee del suo partito.  Quest’ultimo, anche sul livello regionale, sembra soffrire particolarmente le critiche e le rimostranze della CONFSAL Emilia-Romagna. A sostegno delle nostre considerazioni e della sua non conoscenza del pregresso relativo alle relazioni sindacali in CTSS, le rammento che in tale sede veniva convocata dall’ex Presidente Giuliano Barigazzi anche la nostra federazione che si occupa di sanità, tale Fials Bologna”.

La posizione della CONFSAL

Il Segretario Regionale CONFSAL Emilia-Romagna conclude affermando: “L’eziologia e la morfologia, ma soprattutto lo spirito del confronto in CTSS, non può e non deve essere inquinato dal suo atteggiamento poco avvezzo al confronto ed alla partecipazione. Un atteggiamento, il suo, fortemente discriminatorio, che nasconde chiaramente il timore di discutere e confrontarsi con una confederazione autonoma e libera da condizionamenti politici e di partito. Intendo quindi diffidarla a non convocare la CONFSAL nella prossima CTSS ma intendo anche rammentarle che la CONFSAL è la Confederazione Generale dei Sindacati Autonomi dei lavoratori più rappresentativa sul territorio nazionale: conta più di due milioni di iscritti ed è presente con due seggi al Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro (CNEL)”.

Redazione Sanità Oggi

Iscriviti alla newsletter