REGGIO EMILIA SCIOPERA: “BASTA A FERIE NON GODUTE, MEDICI GETTONISTI E TURNI MASSACRANTI!”

La Fials Reggio Emilia ha indetto un sciopero generale di 24 ore, dalle 7:00 del giorno 11 dicembre alla stessa ora del 12 dicembre

La Fials ha indetto uno sciopero generale di 24 ore, dalle 7:00 dell’11 dicembre fino alle 7:00 del giorno 12 dicembre, del comparto sanità su tutta l’Usl di Reggio Emilia. Come si legge nella nota stampa diffusa dalla suddetta Organizzazione Sindacale reggiana.

Sciopero Reggio Emilia, le motivazioni

I lavoratori della sanità di Reggio Emilia svolgono la propria professione in condizioni ormai inaccettabili, motivo per cui hanno deciso di incrociare le braccia. Nel comunicato, inoltre, il Sub-commissario Fials Reggio Emilia, Giuseppina Parente, elenca le motivazioni che hanno indotto l’O. S. ad indire uno sciopero generale. “Migliaia di ore di straordinario lavorate per sopperire a carenze croniche di personale ed innumerevoli giornate di ferie pro capite non godute entro i termini previsti dal CCNL” si legge nel testo.

I lavoratori della sanità reggiana incrociano le braccia

La Parente prosegue affermando: “Pochissimi fondi contrattuali investiti per le progressioni economiche dei dipendenti, peraltro ferme all’anno 2019, a fronte di milioni di euro destinati agli adeguamenti contrattuali delle posizioni organizzative e degli incarichi di funzione. La distruzione del sistema di emergenza urgenza in conseguenza dell’applicazione della più scellerata riforma del Sistema Sanitario Regionale che si potesse realizzare. Non ultimo, lo scandalo dei medici gettonisti”.

Redazione Sanità Oggi 

Iscriviti alla newsletter