FIALS VS AZIENDE SANITARIE, SEPE: “MANCANZA DI RISPETTO DEPLOREVOLE NEI CONFRONTI DEI LAVORATORI”

Fials contro le Aziende SSR dell'Emilia-Romagna: le dichiarazioni del Segretario Regionale Alfredo Sepe in merito
Fials

La Fials Emilia-Romagna diffida le Aziende SSR della Regione per la mancata presentazione del piano contrazione ferie estive e per la grave carenza di personale assistenziale.

La Fials scrive alle Aziende SSR

Nella missiva scritta dal Segretario Regionale Fials Emilia-Romagna, Alfredo Sepe, si legge quanto segue: “Spettabili Direttori, troviamo alquanto deplorevole, nei confronti dei lavoratori e delle lavoratrici della sanità emiliano-romagnola, che ad oggi non abbiate provveduto alla presentazione del piano di contrazione estiva. Un atto di negligenza e disinteresse anche nei confronti dei cittadini e della collettività tutta”.

Caos Sanità

Il Sindacalista scrive ancora: “Un modus operandi che riflette in toto le condizioni disastrose in cui si trova il servizio sanitario regionale, al netto delle inadempienze dirigenziali che dimostrano una scarsa conoscenza dei processi di gestione e di organizzazione del personale, che purtroppo si riflettono sui bilanci aziendali e sui costi a carico della collettività”.

Fials al fianco dei lavoratori

L’O. S. prosegue nel suo incessante lavoro a supporto degli operatori e delle operatrici della sanità, come evidenziato dal Segretario Sepe che si scaglia così contro i dirigenti aziendali: “Ci sono circa 60.000 operatori del comparto sanità pubblica che hanno il pieno diritto di poter fruire del periodo di ferie. Pertanto la mancata presentazione del piano di contrazione ferie estive mette a rischio tale diritto”.

“È inconcepibile che non abbiate nemmeno previsto un piano straordinario di assunzioni per far fronte a congedi, aspettative e malattie. Un atteggiamento che si riflette anche sulla qualità delle prestazioni clinico-assistenziali a favore dell’utenza” chiosa il Sindacalista.

La richiesta dell’O.S.

L’Organizzazione Sindacale, quindi, “chiede di aprire un Tavolo di Confronto Urgente sul tema relativo alla contrazione estiva ed alle soluzioni relative alla carenza di personale ed alla tenuta a rischio dei servizi clinico-assistenziali nella nostra Regione”.

Redazione Sanità Oggi

Iscriviti alla newsletter