FIALS TOUR FA TAPPA A BOLOGNA: PAURA PER DONINI CHE DISERTA IL CONFRONTO IN PIAZZA

Piazza dei Celestini è stata il teatro della nuova tappa del Fials tour, evento nato per tutelare la sanità pubblica in Emilia-Romagna
Fials tour

Nuova tappa del Fials tour in Emilia-Romagna, l’Organizzazione sindacale è scesa in Piazza dei Celestini a Bologna per protestare nei confronti dell’Assessore alla Sanità Raffaele Donini. Al centro del contendere la gestione delle risorse umane che gravitano nel contesto della sanità emiliano-romagnola.

Fials Tour a Bologna

Il Segretario Regionale Fials Emilia-Romagna, Alfredo Sepe, ha tenuto un discorso in presenza dei tantissimi delegati sindacali giunti in centro a Bologna per la manifestazione. Queste le dichiarazioni: “Oggi facciamo tappa in Piazza dei Celestini con una nostra delegazione: siamo qui per portare avanti il nostro tour a tutela della sanità pubblica in Emilia-Romagna, e per contestare un Assessore che non si presenta in Piazza ma sceglie di avere come interlocutori privilegiati i soliti sindacati di comodo. Questi ultimi, di fatto, appoggiano le politiche disfattiste della Regione sul tema sanità e privatizzazioni”.

La Regione fa poche assunzioni, i professionisti della sanità vengono obbligati al rientro sul giorno di riposo, non riescono ad andare in ferie e non gli vengono pagati incentivi e progetti. Al netto delle liste di attesa e degli esami strumentali che non si riescono a smaltire. Una situazione esplosiva che potrebbe portare la Fials a proclamare uno sciopero generale regionale di 24 ore. Vista anche la grave situazione di indebitamento della regione Emilia-Romagna, la suddetta problematica secondo Sepe merita un approfondimento da parte del Ministero.

Sepe attacca Donini

Il Segretario ha, dunque, aggiunto: “Noi non siamo un Organizzazione sindacale in vendita. Caro Assessore Donini, lei non ha avuto il coraggio di scendere in piazza nè a Parma nè a Reggio Emilia, nè tantomeno oggi a Bologna. Sapeva che sarebbe stato contestato, numeri alla mano. Sarebbe opportuno che lei si dimetta e lasci spazio a qualcuno che abbia davvero a cuore la sanità in Emilia-Romagna e che non risponda a logiche di partito”. In chiusura messaggio ai lavoratori del comparto sanità: “Dobbiamo sensibilizzare le persone ad abbandonare chi ha rovinato la sanità pubblica in Emilia-Romagna, ovvero i sindacati politicizzati che sono al guinzaglio della politica e dell’Assessore”.

Redazione Sanità Oggi 

Iscriviti alla newsletter