FIALS-IOR, PROCLAMATO LO STATO DI AGITAZIONE

L'Organizzazione Sindacale Fials Bologna ha proclamato lo stato di agitazione all'Istituto Ortopedico Rizzoli
Fials

La Fials dell’Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna ha proclamato lo stato di agitazione, con eventuali iniziative di sciopero di tutti i lavoratori e lavoratrici dell’IRCCS. Tanti i temi e le criticità che hanno indotto la sopracitata Organizzazione Sindacale ad attivare la procedura di raffreddamento e conciliazione dinnanzi al Prefetto di Bologna.

Stato di agitazione Fials

Nel comunicato diffuso a mezzo stampa dalla Federazione Italiana Autonomie Locali e Sanità,  infatti, vengono elencate le motivazioni che hanno indotto la stessa a proclamare lo stato di agitazione:

  • Mancato riconoscimento dei tempi di vestizione/svestizione e tempi di consegna, come da art. 43 CCNL Sanità.
  • Mancato allineamento dell’orario di lavoro reale con quello contrattuale, con instaurazione del cosiddetto “rientro a budget” che vede i lavoratori rientrare in servizio nel giorno di riposo.
  • Uso improprio delle ferie, con le cosiddette “ferie richiamabili”.
  • Assenza di regolamento relativo alla mobilità interna.
  • Mancata riqualificazione del personale cat. A-B.
  • Mancato aggiornamento del DVR, documento di valutazione dei rischi, come da D. Lgs. 81/08.
  • Mancato aggiornamento del documento stress lavoro correlato.
  • Carenza di personale in molti servizi sia dell’area sanitaria che di quella tecnico-amministrativa. Ad oggi non si hanno notizie concrete sul piano annuale delle assunzioni, per cui non è garantito il cambio del turn over, con conseguenze negative in termini di carichi di lavoro per tutti gli operatori.
  • Poca attenzione nel garantire un corretto sistema di relazioni sindacali con comportamenti ostativi e lunghi tempi nel rilascio dei dati, così come nell’assicurare le prerogative previste dalla legge 300/70.

Redazione Sanità Oggi 

Iscriviti alla newsletter