FIALS-AOU PARMA, SCINTILLE: IL CONTENZIOSO FINISCE ALL’ISPETTORATO DEL LAVORO

Rapporti tesi tra AOU Parma e Fials: aperto tavolo di confronto per verifica congiunta sul sistema organizzativo della CO118
Fials

Nuovi sviluppi nello scontro tra il sindacato Fials e l’Azienda Ospedaliero Universitaria di Parma. Nei molteplici incontri tra l’Organizzazione Sindacale e l’Azienda, infatti, sono state avanzate richieste non ascoltate dalla controparte. Con quest’ultima che continua a fare ostruzionismo, non rispettando i diritti dei lavoratori. La disputa è finita così sul tavolo dell’Ispettorato del Lavoro.

Scontro AOU Parma-Fials: le ultime

La Fials ha chiesto all’AOU Parma di ampliare la turnazione da 14 ore per 7 giorni alla prevista turnazione, come da DL 34 2021 e come da delibera aziendale, 24 ore per 7 giorni per gli autisti soccorritori. Nonostante le ripetute richieste ed il progetto a costo zero della macchina infermieristica con mezzo aziendale strutturato proposta dalla OO. SS., l’Azienda non si è mossa dalla sua posizione. Dopo la diffida a mezzo di lettera legale e la risposta fuorviante, il sindacato autonomo  ha provveduto ad inviare all’Ispettorato del Lavoro una richiesta di verifica congiunta. La sigla Fials è stata l’unica organizzazione sindacale a protocollare la richiesta mentre le altre sigle confederali restano in disparte, di fatto ignorando quanto sta accadendo.

La posizione dell’O. S.

Fials Parma, dunque, auspica che la suddetta Azienda faccia una proposta concreta prima del 22 febbraio, giornata nella quale è previsto l’incontro tra le parti presso l’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Parma-Reggio Emilia. La suddetta Organizzazione Sindacale ha richiesto un incontro istituzionale per una verifica congiunta al fine di esaminare le criticità del sistema organizzativo della CO118 e delle vigenti istruzioni operative. Il Sindacato sarà guidato da Francesco Grandi, Segretario Provinciale Fials Parma che, raggiunto dai nostri microfoni, ha dichiarato a riguardo: “Porteremo avanti la vertenza fino a quando non saranno riconosciuti i diritti economici e salariali di tutti i professionisti. Non faremo nessuno sconto all’AOU, a differenza dei sindacati venduti all’Azienda parmense”.

Redazione Sanità Oggi 

Iscriviti alla newsletter